Hero Image
Criteri ambientali minimi Saint-Gobain Isover

Criteri ambientali minimi CAM

Con l’entrata in vigore del nuovo Codice appalti, sono stati aggiornati i Criteri Ambientali Minimi, i cosiddetti CAM.

Cosa sono i CAM

Il Ministero della Transizione Ecologica con il D.M. 23 giugno 2022 definisce i CAM Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento del servizio di progettazione di interventi edilizi, per l’affidamento dei lavori per interventi edilizi e per l’affidamento congiunto di progettazione e lavori per interventi edilizi.

 

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) sono i requisiti ambientali minimi volti a individuare il prodotto o la soluzione progettuale migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita.

I CAM hanno come scopo:

  • il miglioramento delle condizioni ambientali all’interno degli edifici (comfort termo-igrometrico, acustico, visivo);

  • il rispetto dell’ambiente (riciclo e recupero dei materiali, inserimento naturalistico e paesaggistico, aree verdi);

  • la salute delle persone (minori emissioni).


 
Per i materiali edili, sono richiesti i seguenti requisiti:

 

Criterio 2.4.14

DISASSEMBLAGGIO E FINE VITA

 

Criterio premiante 3.2.4

METODOLOGIE DI OTTIMIZZAZIONE DELLE SOLUZIONI PROGETTUALI PER LA SOSTENIBILITÀ (LCA E LCC)

 

Criterio premiante 3.2.5

DISTANZA DI TRASPORTO DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE

Almeno il 70% dei componenti edilizi utilizzati nel progetto deve essere sottoponibile, a fine vita, a disassemblaggio o demolizione selettiva (decostruzione) per essere poi sottoposto a preparazione per il riutilizzo, riciclaggio o altre operazioni di recupero.

 

Il criterio premiante si applica nei casi in cui il progetto a base gara sia accompagnato da uno studio LCA e LCC.

 

 

È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che si impegna che si impegna ad approvvigionarsi di almeno il 60% in peso sul totale dei prodotti da costruzione ad una distanza massima di 150 km dal cantiere di utilizzo.

 

I criteri da rispettare

Gli isolanti termici ed acustici utilizzati devono rispettare i seguenti criteri:
 

  • I materiali isolanti termici utilizzati per l’isolamento dell’involucro dell’edificio, esclusi, quindi, quelli usati per l’isolamento degli impianti, devono possedere la marcatura CE, grazie all’applicazione di una norma di prodotto armonizzata come materiale isolante o grazie ad un ETA per cui il fabbricante può redigere la DoP (dichiarazione di prestazione) e apporre la marcatura CE. La marcatura CE prevede la dichiarazione delle caratteristiche essenziali riferite al Requisito di base 6 “risparmio energetico e ritenzione del calore”. In questi casi il produttore indica nella DoP, la conduttività termica con valori di lambda dichiarati λD (o resistenza termica RD). Per i prodotti pre-accoppiati o i kit è possibile fare riferimento alla DoP dei singoli materiali isolanti termici presenti o alla DoP del sistema nel suo complesso. Nel caso di marcatura CE tramite un ETA, nel periodo transitorio in cui un ETA sia in fase di rilascio oppure la pubblicazione dei relativi riferimenti dell’EAD per un ETA già rilasciato non sia ancora avvenuta sulla GUUE, il materiale ovvero componente può essere utilizzato purché il fabbricante produca formale comunicazione del TAB (Technical Assessment Body) che attesti lo stato di procedura in corso per il rilascio dell’ETA e la prestazione determinata per quanto attiene alla sopraccitata conduttività termica (o resistenza termica).

 

  • Non sono aggiunte sostanze incluse nell'elenco di sostanze estremamente preoccupanti candidate all’autorizzazione (Substances of Very High Concern-SVHC), secondo il regolamento REACH (Regolamento (CE) n. 1907/2006), in concentrazione superiore allo 0,1 % (peso/peso). Sono fatte salve le eventuali specifiche autorizzazioni all’uso previste dallo stesso Regolamento per le sostanze inserite nell’Allegato XIV e specifiche restrizioni previste nell’Allegato XVII del Regolamento.

 

  • Non sono prodotti con agenti espandenti che causino la riduzione dello strato di ozono (ODP), come per esempio gli HCFC;

 

  • Non sono prodotti o formulati utilizzando catalizzatori al piombo quando spruzzati o nel corso della formazione della schiuma di plastica;

 

  • Se prodotti da una resina di polistirene espandibile gli agenti espandenti devono essere inferiori al 6% del peso del prodotto finito;

 

  • Se costituiti da lane minerali, sono conformi alla Nota Q o alla Nota R di cui al regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) e s.m.i.;

 

  • Se sono costituiti da uno o più dei materiali elencati nella seguente tabella, tali materiali devono contenere le quantità minime di materiale riciclato ovvero recuperato o di sottoprodotti ivi indicate, misurate sul peso, come somma delle tre frazioni. I materiali isolanti non elencati in tabella si possono ugualmente usare e per essi non è richiesto un contenuto minimo di una delle tre frazioni anzidette.

Materiale

Contenuto cumulativo di materiale recuperato, riciclato ovvero sottoprodotti

Lana di vetro

60%

Lana di roccia

15%

Polistirene espanso estruso (di cui quantità minima di riciclato 5%)

10%

Poliuretano espanso rigido

2%

Gli isolanti Isover​ rispondono ai requisiti richiesti dal nuovo decreto legge.

Scarica le dichiarazioni ambientali

Scarica la dichiarazione ambientale di Prodotto di Tipo III (EPD) conforme alla norma UNI EN 15804 e alla norma ISO 14025: 

 

Famiglia di prodotto

Valido per

Lana di vetro 4+ con rivestimento

ISOVER PAR 4+

ISOVER IBR K 4+

ISOVER EXTRAWALL VV 4+

ISOVER MUPAN33 K 4+

ISOVER ROLLO K 4+

ISOVER EXTRAWALL 4+

ISOVER EVO 4+ K

Lana di vetro Isover 4+ senza rivestimento

ISOVER IBR N 4+

ISOVER PAR GOLD N 4+

ISOVER ACUSTIPAR 4+

ISOVER EKOSOLO N 4+

ISOVER ROLLO N 4+

ISOVER E170 FN 4+

ISOVER EVO 4+

ISOVER MUPAN33 4+

Lana di vetro Isover G3 con rivestimento

ISOVER SUPERBAC Roofine G3

ISOVER E60 S arrotolato G3 VN

ISOVER X60 VN G3

ISOVER E60 S arrotolato G3 TV018

ISOVER SUPERBAC 112,5 Roofine G3

ISOVER E60 S arrotolato G3 KAR

ISOVER CLIMCOVER ROLL ALU 2 G3

ISOVER E100 S G3 TV018

ISOVER CLIMCOVER ROLL ALU B G3

ISOVER E100 S G3 VN

ISOVER BAC CF Roofine G3

ISOVER E100 S G3 KAR

Lana di vetro Isover G3 senza rivestimento

ISOVER Clima34 G3

ISOVER Feltro ED 13

ISOVER Feltro ED 28

ISOVER E60 S G3

ISOVER Feltro ED 15

ISOVER Feltro ED 30

ISOVER E100 S G3

ISOVER Feltro ED 16

ISOVER Feltro ED 32

ISOVER Feltro ED 17

ISOVER Feltro ED 35

ISOVER ClimaBac G3

ISOVER Feltro ED 19

ISOVER Primitivo Calibel

ISOVER SUPERBAC N Roofine G3

ISOVER GW Primitivo Sandwich 70-70 G3

ISOVER E60 S arrotolato G3

ISOVER SUPERBAC N 112,5 Roofine G3

ISOVER GW Primitivo Sandwich 70-102 G3

ISOVER GW Primitivo Sandwich 55-101 G3

ISOVER GW Primitivo Sandwich 60-55 G3

Lana minerale Arena con rivestimento

ISOVER Arena32 K

ISOVER Arena31 K

ISOVER Arena32 ALU

ISOVER Arena31 ALU

Lana minerale Arena e T senza rivestimento

ISOVER Arena34

ISOVER T-70 ROLL

ISOVER Arena32

ISOVER T-70

ISOVER Arena31

ISOVER T-100

Lana di vetro in fiocchi Isover InsulSafe33

ISOVER InsulSafe33

Lana di roccia Isover UNI

ISOVER UNI

Lana di roccia Isover Acustilaine 75

ISOVER Acustilaine 75

Lana di roccia Isover Acustilaine 100

ISOVER Acustilaine 100

Lana di roccia Isover R

ISOVER R

Lana di roccia Isover S

ISOVER S

Lana di roccia Isover T

ISOVER T

 


Per la conformità alla nota Q del regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) scarica il certificato EUCEB:


Scarica la dichiarazione ambientale autodichiarata e validata, conforme alla norma ISO 14021:


Scarica la dichiarazione di conformità ai Criteri Ambientali Minimi (CAM):


Per le coperture deve essere privilegiato l’impiego di tetti verdi; in caso di coperture non verdi, i materiali impiegati devono garantire un indice SRI di almeno 29, nei casi di pendenza maggiore del 15%, e di almeno 76, per le coperture con pendenza minore o uguale al 15%.
Le soluzioni Bituver Megaver California e Bituver California-P rispondono a questi requisiti, rappresentando i prodotti ideali per realizzare Cool Roof ad alte prestazioni.


 
Esempi di coperture ad alto SRI:
> Cool Roof con isolante minerale e membrana in doppio strato con pittura ad alto SRI
> Cool Roof con isolante minerale e membrana doppio strato ad alto SRI e Broof (t2)
 

Per ulteriori informazioni scarica